Creativi Sicuri: Manuel Arrabito

Abbiamo il piacere di avere con noi sul Blog di Safe Creative per la rubrica «Creativi
Sicuri
» Manuel Arrabitio, in arte ARMAA, music producer.

Ciao, Manuel e innanzitutto grazie per aver accettato il nostro invito.

Quando è nata la tua passione di fare musica?

Già ai tempi delle superiori mi dilettavo con la daw ed ero appassionato di musica EDM, però in realtà studio musica fin da quando ero bambino. Ho iniziato all’età di sette anni con il pianoforte, che poi ho portato avanti per oltre 10 anni. In seguito ho studiato chitarra e più tardi mi sono iscritto ad un corso di produzione alla Nam di Milano, con il focus sulla musica elettronica. Il mio insegnante era Kermit (produttore di Paky, Shiva, ecc).

Attualmente sono seguito da un team di management con cui c’è una grande sintonia e che mi aiuta sotto tutti i punti di vista.

Quando è nato il progetto ARMAA e come hai scelto questo nome?

C’è voluto parecchio tempo prima di riuscire a trascrivere in musica il suono che avevo in mente, ma da quando ci sono riuscito coincide anche con la nascita del progetto ARMAA, verso la fine del 2018. Il nome viene dalle iniziali del mio nome e cognome, Manuel Arrabito.

Ad un punto della tua carriera hai sentito la necessità di proteggere la tua creatività: perché?

Quando sono arrivato al punto di produrre tracce di cui andavo fiero ed ho iniziato mandare la mia musica in giro, allora lì ho cominciato a preoccuparmi. Credo che sia un must tutelare le proprie creazioni, anche per stare tranquilli.

Cosa ti ispira durante il processo di composizione?

Tutto mi ispira, il mondo circostante, i rumori, qualsiasi cosa può essere un buon input se ascoltata nel mood giusto. L’importante comunque è sperimentare sempre cose nuove e cercare di mantenersi creativi, in questo modo apprezzerete il processo e non soltanto il risultato finale. Anni fa ho registrato il verso di un gufo mentre bubolava e poi dopo averlo editato, l’ho utilizzato come build-up in una traccia ed è uscito fuori un sound davvero particolare!

Quali sono state le tue più grandi influenze musicali?

Sono molti gli artisti che mi hanno ispirato a creare musica, in particolare Avicii (RIP) ed Alesso.

Fra tutti i tuoi lavori, se dovessi farlo, quale sceglieresti? 

Senza dubbio Different Language, è la traccia con cui ho dato la svolta al progetto: sono passato da un sound molto Pop, ad uno più Dance e particolare. Inoltre è anche il brano che sta andando più forte sulle varie piattaforme di streaming e questo mi fa molto piacere, significa che le persone hanno apprezzato questo cambiamento. Comunque non nego che in futuro potrei esplorare nuovi generi, anzi, è una cosa mi alletta molto.

ARMAA : Ocean

Colgo l’occasione per lasciarti i link a miei canali social, magari poi ti viene voglia di buttarci un occhio 🙂

Hai avuto bisogno di una prova d’autore nel corso della tua carriera professionale?

Per il momento fortunatamente non ne ho avuto bisogno, anche perché sto sempre attento a chi invio i miei pezzi. Pero nel caso ce ne fosse bisogno so di avere le spalle coperte grazie a Safe Creative!

Qual è la funzionalità di Safe Creative che ti piace di più?

Quello che apprezzo notevolmente è che tutto il processo è molto chiaro ed inoltre puoi tutelare qualsiasi cosa, anche una banale melodia di 8 barre. Quindi il suo punto di forza è senza dubbio la semplicità!

Quali sono i tuoi progetti attuali e per il futuro?

Attualmente sto lavorando molto sul sound design e come probabilmente avrete notato dalle mie ultime tracce, ci sono stati già molti cambiamenti.

Sto anche cercando di enfatizzare le mie melodie, mi piace che siano uniche e particolari. Comunque con le mie prossime release ne vedrete delle belle!

ARMAA : Different Language

Hai qualche consiglio da dare per quanto riguardo la produzione di un brano?

Solitamente comincio con il giro armonico oppure con il basso, dipende da cosa sto producendo, se deve essere un pezzo da club oppure radio friendly. Ho dei pattern tipici che utilizzo per velocizzare il processo, però il risultato alla fine è sempre un misto tra metodo e creatività.

A volte dopo aver trovato una bella melodia finisco per riscrivere basso ed accordi in funzione di essa. Inoltre lavoro a più canzoni contemporaneamente, intendo nello stesso periodo, questo mi permette di non abituarmi o stufarmi troppo velocemente al sound di un singolo brano. 

Ho notato che i miei pezzi migliori sono quelli che compongo in meno tempo, magari capita che in un pomeriggio riesco a tirare giù l’intero arrangiamento e tutto gira alla grande, poi comunque ci vuole del tempo per lavorare ai dettagli, al mixing, ecc

Quali software usi per fare musica?

Utilizzo Logic Pro come daw principale ed invece i miei plugin favoriti sono Serum, Avenger e Nexus. Invece per la gestione dei samples mi appoggio a Splice e Loopcloud.

Da poco abbiamo inaugurato Safe Creators, una piattaforma per creativi che permette di pubblicare il proprio portfolio, che te ne sembra?

Safe Creators è sicuramente un’ottimo strumento per noi creativi. Un artista potrebbe utilizzarlo per presentare i propri lavori alle etichette discografiche, oppure un compositore di colonne sonore potrebbe sfruttarlo per mostrare appunto le sue composizioni a determinate agenzie, ecc quindi posso dire che supporto in pieno questa nuova piattaforma!

Cosa cambieresti, miglioreresti di Safe Creative?

Niente davvero, penso che già così sia al top, fa quello che deve fare e lo fa bene.

Dal punto di vista umano e professionale, come stai vivendo questa situazione d’emergenza globale? Cosa senti di dire agli altri produttori italiani che ti leggeranno?

È stata difficile per tutti e continua ad esserlo tutt’ora, però in compenso ho avuto molto tempo libero che ho sfruttato per lavorare nuove tracce e nuove idee. Quindi il consiglio che posso dare a tutti i produttori è di utilizzare questo momento di stand-by per portare avanti i vostri progetti musicali e fare tanta musica.

Ti ringraziamo davvero tantissimo per la tua disponibilità! Grazie tante Manuel!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *